Senza categoria

E se ho un celiaco a cena? ……

Diciamoci la verità: chi non è celiaco e non ha celiaci in famiglia difficilmente potrà assimilare e far sua questa intolleranza con le infinite sfumature che si porta appresso. La maggior parte della gente entra nel panico, si crea troppe paranoie e pensa che darci da mangiare sia davvero complicato. Altro scenario: non capiscono del tutto le conseguenze di qualche “sgarro” alla dieta e cucinano con superficialità non badando alle contaminazioni. Ma noi celiaci sappiamo che questa  è una “non-malattia” che non costringe all’assunzione di farmaci (e scusate se è poco!) e obbliga soltanto all’informazione e all’attenzione. Se invitate un celiaco a cena, in primis chiedetegli con tranquillità cosa può o non può mangiare e quando saprete che esistono intere categorie di cibi esenti da glutine tirerete un sospiro di sollievo. Riso, frutta, verdura, carne fresca, pesce, legumi, uova non contengono naturalmente glutine; tutto il resto è sostituibile con cibi adatti oggi recuperabili nella maggior parte dei supermercati (pasta, pane, farine etc). E, in secundis, se avete davvero voglia di far mangiare bene il vostro commensale, basta che andiate nel bellissimo blog di Simonetta “Glu.Fri cosas varias libre de glutén” e vi perdiate nella marea di cibi squisiti che troverete. 

Detto questo, andiamo a me: partecipo a questa splendida iniziativa con tre ricette già postate e cioé:

Antipasto:
Piatto principale:
Dessert:
Riporto la ricetta del piatto principale:
Ingredienti:
500 gr. lonza di suino
200 gr. prugne secche
cipolla
50 gr. mandorle pelate
stecca di cannella 
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
1/2 bustina di zafferano
1 cucchiaio zucchero
6 cucchiai olio d’oliva
sale

Tempo di preparazione: 45 min

Preparazione:
Mettere le prugne in un contenitore coprendole del tutto con acqua tiepida per circa 30 min. Unire la cannella e lo zucchero e fare sobollire per circa 10 minuti. In una pentola soffriggere in 5 cucchiai d’olio la cipolla tritata, lo zenzero e lo zafferano e aggiungere la lonza tagliata a pezzetti.  Coprire e lasciare cuocere per circa 30 min bagnando la carne con l’acqua delle prugne. In una padella soffriggere le mandorle nel cucchiaio d’olio che rimane. A fine cottura aggiungere mandorle e prugne.  Ho sostituito le spezie indicate con 2 cucchiaini di aromi per tajine della Cannamela.Ricetta preparata e fotografata da mia sorella Stefania che ringrazio.

You Might Also Like

19 Comments

  • Reply
    Felix
    9 novembre 2010 at 18:13

    per me un pochino di tutto grazie! Ma in questo momento farei pazzie per un
    pochino di soufflè al formaggio!
    Brava Sonia :X

  • Reply
    Sonia
    9 novembre 2010 at 18:39

    Gioia per te lo feci!!! 😉 avec plaisir
    :X

  • Reply
    Torte & Decorazioni
    9 novembre 2010 at 18:50

    Che bella questa iniziativa!!
    Bellissima preparazione complimenti,deve essere buonissimo!
    Non ho mai cucinato con la frutta secca,mi incuriosisce molto..
    baci Francesca

  • Reply
    Sonia
    9 novembre 2010 at 18:56

    Grazie Francesca, perchè non partecipi pure tu?
    bacioni :X

  • Reply
    fantasie
    10 novembre 2010 at 0:20

    Adoro la frutta (secca e non… mica ho pregiudizi io!), nei piatti salati!
    Brava la mia Sonia!

  • Reply
    memmea
    10 novembre 2010 at 5:39

    Non ho mai cucinato per un celiaco, ho bisogno di un pò di tempo per
    organizzarmi, parteciperò volentieri, magari se imparo ti invito a cena, ok?

  • Reply
    Tania
    10 novembre 2010 at 10:23

    Bel menù! Qualcuno cade in paranoia eppure non c'è motivo. Io non sono celiaca eppure spesso, andando a guardare gli ingredienti, mi accorgo di preparare diverse ricette che non prevedono glutine e sicurmante succede anche agli altri. In bocca al lupo per il contest!

  • Reply
    Sonia
    10 novembre 2010 at 15:16

    Memmea, a beddu core!! 🙂

    Tania: grazie! infatti spesso capita proprio così, basta fare come fai tu: informarsi
    🙂

  • Reply
    Sonia
    10 novembre 2010 at 15:21

    Fantasie: grazie cara 🙂 io l'ho scoperto un pò tardi che questo abbinamento mi piace 😉
    Ciao

  • Reply
    Elena
    10 novembre 2010 at 15:22

    E' tutto vero quello che scrivi. A me fa morire da ridere quando tu spieghi chiaramente che il problema è principalmente il grano e tutto quello che si fa con esso (pane, pasta, farina, amido, ecc.), loro fanno di si con la testa. Subito dopo partono una sfilza di domande tipo: E le nocciole? E la frutta? E il latte? E il ravanello? "scusa ti ho detto che il problema è il glutine contenuto nei cereali e nel grano, e allora che mi fai 'ste domande inutili?". Infine tutti, ma proprio tutti, mi fanno questa domanda: "ma se per esempio mangi una forchettata di pasta, cosa succede? Non credo accada nulla di grave". Dopo devo passare 20 minuti a fargli capire che non è il caso e descrivere tutta la sintomatologia mia e degli altri celiaci. Sempre la tessa scena.
    Buona la carne, è un piatto ricco, adatto al periodo di feste che è alle porte. Motivo in più per provarlo. Anche io penso che sia più opportuna la santificazione di Felix e Cappera. Ciao

  • Reply
    Sonia
    10 novembre 2010 at 15:34

    Elena: hai proprio ragione! purtroppo quando non si è motivati non hai lo stimolo necessario ad assimilare tutto. A me, per esempio, se mangio del glutine anche in abbondanza non succede proprio nulla. Me ne accorgo solo se faccio le analisi del sangue…
    ciao

  • Reply
    Elena
    10 novembre 2010 at 16:34

    Sonia, io ho lo stesso tuo problema; nessun disturbo intestinale, me ne accorgo solo dagli esami del sangue; ho scoperto di essere celiaca solo perchè avevo un'anemia persistente che non riuscivo a risolvere nonostante le cure. Ho insistito io con il medico perchè lui non voleva farmi fare i test specifici, ho dovuto portargli le pubblicazioni scientifiche. Se avessi insistito lo avrei scoperto con 6 mesi di anticipo.

  • Reply
    Glu.fri cosas varias sin gluten
    10 novembre 2010 at 16:41

    Sonia bellissimo menu grazie !! Corro a diffondere !! Baci cara ragazza

  • Reply
    Sonia
    10 novembre 2010 at 16:47

    Simonetta: grazie a te per la bella iniziativa! mi sa che farà più proseliti di una campagna televisiva ;;)
    besos :X

  • Reply
    Luciana
    11 novembre 2010 at 12:53

    Complimenti!!! è un ottimo piatto..mi piace tantissimo…molto particolare 🙂

  • Reply
    Sonia
    11 novembre 2010 at 13:21

    Grazie mille Luciana 🙂
    Ciao

  • Reply
    Torte & Decorazioni
    11 novembre 2010 at 19:27

    Sonia magari partecipo con una torta,o altro dolce.
    Metto il banner nel blog e penso a una ricettina da postare!
    Baci

  • Reply
    Sonia
    12 novembre 2010 at 9:37

    Francesca, credo che tu debba inserire anche un antipasto e un piatto principale. Ma anche qualcosa di veloce e poi metti l'intera ricetta con foto del dolce 🙂
    bacioni
    :X

  • Reply
    Stefania
    12 novembre 2010 at 21:11

    "E se ho un celiaco a cena?" Digli di portarsi la "trusciteddra" da casa!!
    Ahahahah, scherzo!!
    Beh, in effetti possiamo mangiare un sacco di cose buonissime e tu sei la dimostrazione vivente che la cucina senza glutine non ha limiti!!!
    Brava tesora!

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Torta di mais