Dolci/ Senza categoria

Torta Savoia…col senno di poi (versione per tutti e per celiaci)

Ingredienti:
per la base:
4 uova
130 gr. zucchero
40 gr. maizena
40 gr. fecola
per la farcia:
100 gr. burro
50 gr. cacao amaro
100 gr. latte
50 gr. cioccolato bianco
150 gr. cioccolato gianduia
200 cioccolato fondente
1 cucchiaio pieno di crema di nocciole
per la copertura:
300 gr. cioccolato fondente

Tempo di preparazione: 2h
Preparazione:
Tanti auguri per San Giuseppe e la festa del papà!
Ho approfittato di questa occasione per preparare una torta che non facevo più da anni e col senno di poi ho aggiustato il tiro 🙂
L’occasione mi viene dalla partecipazione al contest di Fabiola….bisognava rimettere in pentola una delle vecchie ricette degli esordi bloggheriani e io ho scelto questa. Nel frattempo ho imparato un sacco di cose e quindi mi sono cimentata anche con nuovi ingredienti.
Ho cominciato con la base, montando benissimo gli albumi con 50 gr. di zucchero e poi i tuorli con lo zucchero rimanente. Ho aggiunto le polveri setacciate (per me maizena Sma senza glutine e fecola Easyglut senza glutine) e poi ho incorporato con cura gli albumi. Ho steso un foglio di carta forno sulla placca, ho appoggiato il cerchio d’acciaio (28 cm) e ho versato un terzo dell’impasto, livellandolo. Ho cotto a 250° per 5″, poi ho scaravoltato la base su di un altro foglio di carta da forno e ho ripetuto l’operazione altre due volte, ottenendo 3 dischi sottili. Ho sciolto a bagnomaria tutto il cioccolato (eccetto quello per la copertura. Tutto era senza glutine e il cioccolato fondente era Venchi al 75%) e l’ho versato nel mixer insieme al cacao amaro (senza glutine Easyglut), il burro, il latte e il cucchiaio di crema di nocciole (la potete ottenere frullando a lungo le nocciole tostate) e ho mixato ottenendo una crema omogenea. Ho adagiato un primo disco in un cerchio regolabile che ho foderato con una banda di acetato per coprire i bordi. Ho prepararto uno sciroppo comune facendo bollire pari peso di acqua e zucchero semolato e poi pennellato la base con un poco di sciroppo. Ho versato la metà della farcia e l’ho livellata con cura. Ho coperto con l’altro disco e ripetuto la procedura, finendo col terzo disco, che ho bagnato con lo sciroppo e poi ho pressato bene con le mani per livellare la torta il più possibile. Senza il cerchio è fattibile, ma sarà difficile ottenere un risultato preciso perchè la farcia uscirà dai bordi, saremo costretti a rifilare i bordi col coltello per pareggiarli, ottenendo il risultato di avere si il cerchio ben pulito e regolare, ma sarà schiacciato proprio nei bordi dove abbiamo fatto pressione col coltello. L’alternativa è tenerlo in frigo perchè indurisca e rifinirlo dopo. Ho messo in frigo la torta appena dieci minuti perchè il cioccolato e il burro comiciassero a tirare e mi permettessero di togliere l’acetato senza lasciare sbavature. Ho lisciato i bordi col coltello e ho messo il cioccolato per la copertura a  fondere a bagnomaria. In un’altra ciotola ho fatto fondere il burro di cacao al 100% senza glutine Venchi. Ho versato il burro di cacao e ho amalgamato. Ho posizionato la torta (senza carta forno) su una gratella appoggiata su un piatto ben largo e ho versato al centro tutto il cioccolato, aiutandomi con una spatola per farlo colare sui bordi. Bisogna evitare di spatolare la superficie perchè rimangono le striature. A questo punto bisogna aspettare una trentina di minuti che il cioccolato cominci a rapprendere e con molta attenzione e con l’aiuto di una spatola lunga, si può sollevare la torta e adagiarla sul piatto da portata (io ho usato il piatto girevole di Easy Life Design). Dopo circa 40 minuti si può fare la scritta sulla torta. La bagna è necessaria per non fare staccare la farcia dalla base e la copertura dalla base. Non va conservata in frigo e dura parecchi giorni (se dura!). Nell’insieme la torta è scioglievole, molto cioccolatosa e di un buono da svenire!
Con questa ricetta partecipo al contest di Fabiola del blog “Olio e aceto

You Might Also Like

20 Comments

  • Reply
    Tinny
    18 marzo 2012 at 20:09

    Mmmmm, non mi sembra che ti sia venuta tanto bene…..AHAHAHAHAH, ma smettila.

  • Reply
    Barbara
    19 marzo 2012 at 8:41

    ormai sei diventata bravissima, quasi una pasticcera direi!

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    19 marzo 2012 at 13:13

    qui ogni giorno ce n'è una nuova… ma quanto sarai brava!?!?!?!
    io non ho parole

  • Reply
    Fabiola
    19 marzo 2012 at 13:50

    ricetta inserita..ciaoo

  • Reply
    Pozione Segreta
    19 marzo 2012 at 15:11

    Questa torta deve essere davvero una delizia…complimenti!

  • Reply
    Sonia
    19 marzo 2012 at 18:02

    Tinny, no no! questa perfettissima fu! ;-)) bacetti :-X

    Barbara, magari! grazie mille :-))

    Gaia, grazie :-)) questa è vecchia a dire il vero, ma per il marito l'ho rispolverata 😉 bacioni .-X

    Fabiola, grazie 🙂

    Pozione, grazie mille :-))

  • Reply
    Patty
    19 marzo 2012 at 19:11

    Ciao Sonia , che spettacolo…ho appena finito di cenare e sto facendo esercizio di materializzazione per vedere se magari mi compare una bella fetta della Savoia qui davanti…te lo ricordi Benigni ne La vita e' bella".? Dammelo, dammelo, dammelo….chissà. Grazie per il tuo bel commento su Edith…sto notando che e' un mito per molte di noi. Ti abbraccio, Pat

    • Reply
      Sonia
      20 marzo 2012 at 6:45

      ha ha ha magari a furia di pensarlo 😉 grazie per essere passata 🙂 buonissima giornata 🙂

  • Reply
    monica
    20 marzo 2012 at 8:38

    che bella torta Soniuz ormai ti sei specializzata in alta pasticceria, la fetta è libidine pura, si rimane incantati anzi incastrati tra gli strati. un abbraccio amicuz!

    • Reply
      Sonia
      20 marzo 2012 at 11:00

      che bello che ti faccia salivare di primo mattino davanti allo schermo! è quello che ho fatto io nell'attesa che si rassodasse 😉 e poi…zachete!! fettonza mangiata in un nanosecondo! grazie beddazza e baciuzzi :-X

  • Reply
    Ely
    20 marzo 2012 at 13:17

    Sonia ma è una meraviglia!!!!!! Una fetta ci vorrebbe ora per darmi la carica di passare il pomeriggio alle riunioni a scuola!!!!! Sei sempre più brava! Un bacione

    • Reply
      Sonia
      21 marzo 2012 at 9:21

      Ely, con una fettina di questa ti carichi per tutto l'anno 😉 grazie mille e un bacione grande :-X

  • Reply
    Stefania
    23 marzo 2012 at 22:08

    I grandi classici ritornano…E pensare che anch'io la facevo senza però mai aver raggiunto il tuo livello, tu ormai sei nell'olimpo degli dei!!!!
    Che bontà ipercalorica…Brava davvero!!!
    Baciuzzi

  • Reply
    Sonia
    24 marzo 2012 at 11:27

    Stefania, ma perchè? io credo che siano tante buonissime savoia con farcie diverse, a casa mia ormai piace così è diversa da quelle comprate che sono buonissime 🙂 quindi dovresti rifarla con entusiasmo 😀 grazie mille e baciuzzi :-X

  • Reply
    faustidda
    25 marzo 2012 at 18:07

    buona da svenire??? NON ho dubbi! e me la salvo…
    baci ancora

  • Reply
    Sonia
    25 marzo 2012 at 19:26

    e nemmeno io avevo dubbi che ti piacesse 😉 salva pure cara, baciotti :-X

  • Reply
    Elena
    27 marzo 2012 at 15:39

    Se è quella che ho assaggiato era FAVOLOSA!!!!!

  • Reply
    Torta Savoia: la video ricetta senza glutine | La cassata celiaca
    10 settembre 2015 at 9:49

    […] lunedì! Lo so…l’ho già pubblicata due volte: una volta nel lontano 2009 e poi la versione reloaded nel 2012. Da allora non l’ho più rifatta; io sono così…. prima o poi mi stanco di fare sempre […]

  • Reply
    GIUSI
    11 novembre 2015 at 17:55

    ciao, non riesco a trovare il burro di cacao, con cosa posso sostituirlo? grazie e complimenti x il video!! giusi

    • Reply
      lacassataceliaca
      11 novembre 2015 at 19:07

      ciao Giusi e grazie a te! non lo trovi? omettilo, verrà lo stesso, serve per fluidificare il cioccolato ed evitare che venga uno strato troppo spesso. a presto!

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Torta di mais