Dolci/ Senza categoria

Sfince di San Giuseppe ( anche senza glutine)

Ingredienti per 6 sfince:
125 g acqua
100 g farina (per me preparato per pane Molino Dallagiovanna senza glutine)
37 g burro
un pizzico di sale
3 uova medie
per la guarnizione:
250 g ricotta di pecora
zucchero semolato
pistacchi in polvere
1 L olio per friggere
Tempo di preparazione: 10 min.
Tempo di cottura: 15/20 min.
Buon lunedì!
In attesa della festa del papà nonché della festa di San Giuseppe, vi lascio con un paio di giorni di anticipo la ricetta per preparare le sfince senza glutine.
E’ la prima volta che le faccio, l’anno scorso ho preparato le zeppole che non sono tipiche della Sicilia e per non ripetermi e poter fare un parallelismo, mi sono cimentata in questa ricetta per la quale ho usato una farina per me nuova.
Ho sentito parlare molto bene del Molino Dallagiovanna e ho finalmente potuto usare il loro preparato per pane. 
Questa azienda ha nel suo catalogo prodotti senza glutine e prodotti senza glutine nè lattosio. In catalogo hanno anche un preparato per fritti e per dolci lievitati che ancora non ho ricevuto, conto di reperirli a breve perchè nella mia lista dei desideri ci sono un paio di dolci da realizzare, uno dei quali per me è inedito e non vedo l’ora di realizzarlo… ma vi dirò più in là.
Benché dunque questo sia un mix per pane ho azzardato e l’ho usato per un dolce fritto. La resa è stata perfetta secondo me. 
Il fritto è venuto molto bene, il sapore è molto buono e per me l’esame in questo è superato, sperimenterò altre ricette a brevissimo.
Le sfince altro non sono che la versione fritta dei bigné, l’impasto è praticamente identico, e vengono ricoperte da crema di ricotta e decorate con frutta candita, pistacchi, cioccolato etc…io ho scelto le amarene sciroppate.
Spero di avervi invogliati e vi auguro felice settimana, grazie per essere passati.

Con questa ricetta partecipo al contest di Cristina del blog “Coccole di dolcezza” in collaborazione con Boscolo Etoile.

Preparazione:
– Versare l’acqua, il burro a cubetti e il sale in una casseruola dai bordi alti.
– Portare l’acqua a bollore ma a fiamma dolce, in modo che il burro si sciolga prima che l’acqua arrivi a bollire.
– Versare tutta la farina e mescolare finché il composto non si raccoglie in una palla da far cuocere qualche minutino.
– Versare il composto in una ciotola e lasciare che perda un poco di calore.
– Con l’aiuto di fruste elettriche incorporare un uovo alla volta finché non si ottiene un impasto omogeneo e della stessa consistenza di una crema pasticcera sostenuta.
– Fare scaldare l’olio in una larga casseruola a fiamma dolce (far in modo che l’olio non sia troppo caldo altrimenti le sfince cuociono troppo all’esterno e restano crude all’interno), la stessa fiamma dolce che si usa per friggere le patatine.
– Prendere una bella cucchiaiata di composto e versarla nell’olio (inserirne non più di 5 o 6, a seconda della larghezza della casseruola, perché gonfieranno moltissimo).
– Lasciare che le sfince  cuociano nell’olio dai 15 ai 20 minuti rigirandole di tanto in tanto.
– Le sfince raddoppieranno o triplicheranno di volume, si spaccheranno e si deformeranno ed è normale che sia così.
– Scolarle dall’olio e metterle su una placca coperta da carta assorbente.
– Nel frattempo setacciare la ricotta, aggiungendo una quantità di zucchero a piacere.
– Quando le sfince saranno fredde, guarnirle con la crema di ricotta, le amarene sgocciolate dal loro sciroppo et una spolverata di pistacchi in polvere.

You Might Also Like

21 Comments

  • Reply
    journeycake
    17 marzo 2014 at 6:14

    Sonia, mi sono connessa e per prima cosa ho trovato queste bontà!! Hanno un aspetto squisito. Buona giornata e buona settimana.

  • Reply
    Angela Dolcinboutique
    17 marzo 2014 at 7:55

    Ciao Sonietta e buon inizio settimana! Si certo che ci hai invogliate, io conosco le zeppole e non le sfingi..vedi che è meraviglioso questo scambio gastronomico tra blog :). Con quella cremina di ricotta devono essere strabuone. Un abbraccio grande, Angela

  • Reply
    la signorina pici e castagne
    17 marzo 2014 at 9:27

    uuh sì! io con le farine del molino della giovanna ci ho preparato il panettone su suggerimento della Teresa de Masi.
    fantastiche farine, tant' è che poi ne ho comprate anche altre come ad esempio quella per brioches.
    tuttavia, il merito di queste sfince meravigliose sarà mica solo della farina no??? : )))
    perfette, fan venire una voglia di festa del papà tutto l' anno!
    bacio!

  • Reply
    Mariana
    17 marzo 2014 at 9:56

    E con il ripieno di crema? ancora più buone ma per me,niente grazie…..comunque complimenti! baci baci

  • Reply
    paneamoreceliachia
    17 marzo 2014 at 13:43

    Delle bombe…di calorie e di bontà hai preparato…brava soniuzza. Favorisco?
    Baci, Ellen

  • Reply
    Ale
    17 marzo 2014 at 13:53

    sonietta sono bellissime…ma tu d'altronde sei sempre brava!

  • Reply
    lacassataceliaca
    17 marzo 2014 at 17:27

    Journey, ha ha ha ne sono lieta! grazie e buona serata

    Angela, grazie tesoro! si è vero si imparano usi ne tradizioni di tutte le regioni di Italia ed è davvero bellissimo, bacioni

    Signorina Pici, è vero! se già quelle senza glutine sono ottime immagino quelle con…ma devo dire che le prove fatte finora sono un vero successo! Grazie mille e un bacio a te

    Mariana, la tua dose l'ho fatta fuori io quindi vai tranquilla! a pasqua se ne parla 😉 grazie e bacioni

    Ellen, non mi ci fare pensare! ancora sto smaltendo ….ma ne è valsa la pena…grazie carissima e bacioni

    Ale, che carina sei tesoro! baciiii

  • Reply
    Milady
    17 marzo 2014 at 17:36

    sono alquanto accattivanti!

  • Reply
    Natalia
    17 marzo 2014 at 20:22

    Praticamente simili alle nostre zeppole di San Giuseppe! Ma la farcia alla ricotta è da provare al posto della classica crema
    BAci.

  • Reply
    Mirtilla
    17 marzo 2014 at 20:25

    oggi ho fatto le zeppole di san giuseppe,domani un paio di sfinci 🙂

  • Reply
    Cristina D.
    17 marzo 2014 at 20:43

    Eccccceeeerto che va benissimo ! Ma uno me lo posso pappare ?????

  • Reply
    Forno Star
    17 marzo 2014 at 23:30

    Dimmi dove l'hai trovata questa farina, che io non trovo da nessuna parte!

  • Reply
    Stefania
    18 marzo 2014 at 8:28

    Oh jesus che bontà!
    Quando avrei potuto mangiarle liberamente non l'ho fatto, adesso pagherei per poterne addentare una!
    Che bel risultato, spero di riuscire a trovarle anch' io queste farine…
    Baci

  • Reply
    sississima
    18 marzo 2014 at 8:41

    ho già una certa salivazione di prima mattina, troppo golose!! Un abbraccio SILVIA

    • Reply
      Calogero
      18 marzo 2014 at 13:15

      Sì, troppo golose le sfince di San Giuseppe.

  • Reply
    spuntiespuntini senza glutine
    18 marzo 2014 at 10:29

    Ehi…il mio papone celiaco potrebbe uccidere per questa bontà! Complimenti Sonia…Vale 😉

  • Reply
    lacassataceliaca
    18 marzo 2014 at 17:32

    Natalia, si le zeppole sono a forno da quello che ne so…ma anche quelle con la ricotta saranno squisite. Grazie e bacioni

    Mirtilla, ehi panificatrice seriale!! bravissima

    Cristina, grazie cara, bannerizzo e te ne offro un poco, bacioni

    Stefania /Forno, on line. Ma se vai alla farmacia Caronna e gli chiedi di ordinarle lo fanno, a me viene lontano ma sto cercando di farlo fare alla mia farmacia di qui

    Stefania, tu le trovi di sicuro da Claudia o te le fai ordinare, sono meravigliose e ci sono anche nella versione lactose free…ma a te i dolci fritti non piacciono….fa nulla li fai al forno e sono fantastici! baciiii

    Silvia, ha ha ha missione compiuta! Grazie mille e un abbraccio a te

    Calogero, grazie mille!

    Valentina, naaaaa che vale la pena rovinarsi pi 'na sfincia?? fagliele tu 😀 bacioni cara e grazie mille

  • Reply
    Federica Simoni
    19 marzo 2014 at 8:37

    Sei bravissima Sonia, sono meravigliose!!! <3

  • Reply
    Silvia Palazzolo
    19 marzo 2014 at 11:00

    Ottime! Hanno l'aspetto delle sfince del bar ma ancora più curate 🙂

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Torta di mais