Dolci

Bomboloni fritti senza glutine

Bomboloni fritti senza glutine ripieni di crema alla nocciola

Bomboloni fritti senza glutine - La Cassata Celiaca

Bomboloni fritti senza glutine – La Cassata Celiaca

Buon dolce lunedì!

Un paio di settimane fa eravamo in giro di primo mattino e mio marito ha fatto colazione al bar.

Ha preso un Bombolone fritto ripieno di Nutella, gigantesco! Giuro… una roba assurda, bellissima e vedersi e a quanto pare anche buona.

Non mangio un bombolone fritto da oltre 14 anni e anche allora non è che impazzissi per la roba fritta preparata nei locali…

Il mio cervello ha memorizzato la cosa e mi son detta che avrei dovuto farne di gluten free.

Bomboloni fritti senza glutine - La Cassata Celiaca

Bomboloni fritti senza glutine – La Cassata Celiaca

In non faccio promesse a vanvera nemmeno a me stessa e quindi nei giorni scorsi mi sono messa all’opera.

Da una ricerca sul web è venuta fuori la ricetta di Alessandra; chiunque conosca lei e il suo blog sa quanto sia brava ed estremamente precisa e competente, quindi ho smesso di cercare e ho sglutinato la sua ricetta.

Ho usato la miscela senza glutine che sapevo avrebbe dato buoni risultati e aumentato la quantità dei liquidi, questo è l’iter che tutti coloro che devono sglutinare una ricetta lievitata fanno in automatico.

Ho usato la crema di nocciole che è la sola cosa con cui qui posso farcire qualcosa di dolce che voglio mangino tutti e per il resto ho seguito i suoi consigli.

Il risultato è da WOW!

Sofficissimi, stra buoni, con quella crema che cola e ti invoglia a pigliarla a mozziconi…

Grazie Ale, a me il caldo non mi ferma!

Buona settimana, enjoy!

 

 

 


Bomboloni fritti senza glutine - La Cassata Celiaca

Ingredienti per 6 bomboloni:

250 g Miscela per dolci fritti senza glutine Molino Dallagiovanna

40 g zucchero semolato

25 g burro a pomata

1 uovo (50 g)

50 g latte

90 g acqua

5 g lievito di birra fresco

un pizzico di sale

scorza di limone bio grattugiata

Per la finitura:

Crema di nocciole senza glutine

zucchero semolato

1 litro di olio di semi per friggere

 

Procedimento:

Versa in una ciotola il lievito, 30 g di latte, 30 di acqua e 50 g di miscela prelevati dal quantitativo totale.

Mescola e metti da parte finché non raddoppia.

Versa questo lievitino nella ciotola dell’impastatrice (oppure usa le fruste a spirale di un frullatore elettrico) e unisci la miscela rimanente, lo zucchero, la scorza di limone, l’uovo e inizia ad impastare usando l’accessorio foglia.

Versa poco per volta la rimanente quantità di acqua e latte.

Quando tutto è stato ben incorporato e avrai ottenuto una pasta morbida ma non troppo, aggiungi poco per volta il burro.

Ungi con un poco di burro una ciotola e versa al suo interno l’impasto.

Copri con pellicola e lascia che raddoppi.

Adagia su un foglio di carta da forno imburrato l’impasto lievitato, sgonfialo e impastalo ancora per avere una pasta liscia il più possibile.

Schiaccia l’impasto in modo da  avere un rettangolo di circa 1 cm di spessore.

Ritaglia dei dischi di pasta con un coppapasta di 8 cm (il mio è un coppapasta Guardini di 7 cm), rimpasta gli avanzi e ricava altri dischi (un totale di 12).

Adagia un cucchiaino colmo di crema di nocciole al centro e chiudi con un secondo disco.

Schiaccia molto bene tutto intorno sui bordi, in modo da sigillare bene.

Nell’attesa scalda a 160° l’olio di semi (se non hai un termometro, infila il manico di un mestolo di legno e se inizia a fare delle piccole bollicine tutto intorno è alla giusta temperatura).

Friggi pochi bomboloni per volta, rigirandoli spesso e non aumentando mai la temperatura dell’olio, in modo che cuociano bene all’interno oltre che all’esterno.

Quando i bomboloni sono ben dorati, toglili dall’olio facendoli scolare e mettili in un piatto dove hai versato dello zucchero semolato, in modo da ricoprirli per intero di zucchero.

Consumali caldi o tiepidi.

Bomboloni fritti senza glutine - La Cassata Celiaca

 

Note:

Alessandra, una volta formati i bomboloni, li coppa nuovamente con un disco tagliapasta. Io non ho potuto farlo perché mi sarebbe servito un coppapasta di un centimetro più grande e non ne avevo, quindi ho perso tempo a sigillare bene. Se voi invece lo avete, seguite i suoi suggerimenti.

Come dice Alessandra, l’olio deve stare attorno ai 160°, il bombolone nell’olio deve sfrigolare in modo da poter cuocere all’interno.

Con questo caldo io ho potuto fare tutto in circa 3 ore e mezza. Ma a seconda della temperatura di casa vostra, calcolate bene i tempi di preparazione, in modo che sia l’impasto lievitato e i bomboloni formati non debbano sostare troppo una volta raggiunta la giusta lievitazione.

Una volta formati i bomboloni vanno fatti lievitare fino al raddoppio, ma  con 31° in cucina a me è bastato aspettare che scaldasse l’olio e che ne friggessi una per volta (temevo di aprissero in cottura e non volevo rischiare friggendone di più) perché continuassero a lievitare.

Questa miscela è perfetta per tutto ciò che , dolce o salato, richieda un’impasto da friggere; se non la trovate prendete altra miscela più reperibile, ma ricordate che vanno ribilanciati i liquidi, è possibile che ne vadano messi di meno.

Potete farcire i bomboloni con crema pasticcera o al cacao (Alessandra ne ha di squisite e senza uova, passate a leggere la sua ricetta e troverete tutte le indicazioni) e, oltre alla Nutella, potete usare la marmellata.

Solitamente i fritti si consumano in giornata, non so come siano l’indomani, ecco perché ho dimezzato le dosi che per 3 persone sono più che abbondanti.

L’impasto di fatto è come quello di una pasta brioche, se volete vedere come si esegue la preparazione potete guardare questo video.

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Torta di mais